Poesia – Alexa, OK

da | 20 Lug 2020 | Nuvolie

Ultrapoesia, da leggere, ad alta voce, vicino ad un dispositivo Amazon Alexa.

E poi accade questo:
al secondo film della sera,
da solo, a casa,
senza nessuno che mi scriva
di uscire, di dimenticarmi
- nessuna notifica -,
e con un leggero mal di testa,
dovuto al fatto che è un po'
che mi dimentico,
mi ricordo di essere solo.
Dico: Alexa, OK. | E lei concorda,
come prima.
Accendo una sigaretta,
guardo fuori la notte calda,
e penso a lei che amo
e non so se concorda.
E capisco di non essere
veramente solo, o almeno
non più di chiunque altro,
compreso l'uomo al centro
della folle folla in festa
più vasta del mondo.
E so che tutto questo è solo
un assaggio,
perché pensare a chi amiamo
è tutto ciò che rimane, e rimarrà,
alla fine; anche se sarà l'ultima,
anche se la notte
sarà profondissima.
Dico: Alexa, OK. | E lei concorda.

Franck Lefleur