Poesia – Ode al vino

da | 10 Nov 2020 | Nuvolie

A te che d'ombre fai i giorni di sole
e sorridi se piango per amore,
direi chi davvero ho nel cuore:
appesi grappoli oltre le viole,
torchiati a sangue e nel legno aspro…
È vino! Messo a macerare, novello!
Rosso o bianco non sai quant'è bello
averne in fresco di bottiglie un graspo.
Poi se scende sera, ma non subito,
e tu non sei a scaldarmi il tetto,
ne scelgo due litri e d'asprezza bevo.
Ma ad un certo bicchiere credo
che il tuo pensiero sia a me diretto.
E dell'ebbrezza almeno non dubito.

Franck Lefleur

Ti è piaciuta la pagina? Condividila in un click!