Che non sai se è tristezza

da | 24 Mag 2020 | Nuvolie

|Nuvolia in versi sciolti e pixel vagamente malinconici.|

La vedo ora.
Nella ragazza in diretta su Facebook
quando entrano giusto due amici,
e i suoi occhi a favore d'attesa:
bianche desolazioni.
Nel “E altre persone”, sotto foto
di sguardi languidi agli smartphone,
che s'allontanano.
Nei like che metto a chi ne ha pochi,
negati a chi più ne possiede.
In artisti esordienti d'Instagram,
che però già sono grandi artisti,
nell'esordire.
In quei follower che non mi seguono,
ma che so vorrei,
negando però di volerli.
Nei due pokémon che non hai mai scelto,
e che no, non potrai mai più avere,
o in me che non ho avuto il Game-Boy,
e ora mi tocca fare il poeta.
La vedo infine
in quella notifica di Google Maps,
che dal suono [a me mì!] parve d'amore.

E pensi che non sai se è tristezza.

Franck Lefleur